• centro medico Potenza

Cardiologia - Aritmologia

esame cardiologico Potenza
  • Elettrocardiogramma
  • Ecocardiogramma
  • Test da sforzo
  • Holter

ELETTROCARDIOGRAMMA (ECG)

L’Elettrocardiogramma ECG consiste nella rilevazione e rappresentazione grafica su carta o monitor delle correnti elettriche generate dal cuore durante la sua attività e rilevate sulle superficie corporea mediante elettrodi posti in punti ben precisi del torace e degli arti. La rappresentazionegrafica corrisponde ai vari momenti dell’attività cardiaca ed avviene mediante un apparecchio chiamato elettrocardiografo.

L’ECG riveste, tra le indagini cliniche, una grande importanza nel fornire molte informazioni sullo stato di salute del nostro cuore ed in modo particolare nella diagnosi della cardiopatia ischemica nelle sue varie forme (infarto miocardico acuto o pregresso, angina pectoris), delle aritmie, dei disturbi della conduzione, del muscolo cardiaco e del pericardio, o delle malattie delle valvole cardiache, dell’ipertensione arteriosa, dell’eccessivo accumulo nel sangue di alcune sostanze o farmaci. Un ECG può mostrare i segni di un infarto (necrosi miocardia) avvenuto in un passato più o meno recente o, se eseguito in corso di dolore toracico, evidenziare le alterazioni tipiche dell’ischemia miocardica (alterazioni del tratto ST) che consentono di porre la diagnosi di infarto miocardico acuto o di angina, oppure di orientare la diagnosi verso una causa non cardiaca del dolore.

Per eseguire un ECG si applicano alla cute dieci elettrodi (piccole placche adesive in grado catturare le variazioni di carica elettrica corrispondenti alle varie fasi dell’attività cardiaca) che vengono posti a livello del torace (sei) e degli arti (uno per ciascun braccio ed uno per ciascuna gamba). In questo modo è come se il cuore venisse osservato da vari punti di osservazione diversi tra loro.

L’ECG viene eseguito a paziente supino, è un esame di semplice esecuzione,breve durata (in genere bastano meno di cinque minuti), privo di rischi, indolore e, grazie alla tecnologia che ha reso l’elettrocardiografo di piccole dimensioni e portatile, eseguibile ovunque.

L’ECG basale ci fornisce informazioni sullo stato del cuore al momento della registrazione e per questo non sempre è sufficiente a facilitare la diagnosi di alcune condizioni o di alcuni sintomi che possono non essere presenti al momento dell’esecuzione dell’esame. Per questo motivo, per escludere la possibilità che l’ECG venga eseguito in un momento di assenza del sintomo che ha portato all’esecuzione dell’esame, con il rischio di ritenere erroneamente negativo un esame pur in presenza di una situazione di malattia, è entrato nella pratica comune l’esecuzione dell’ECG dinamico Holter.

ECOCOLORDOPPLER CARDIACO - ECOCARDIOGRAMMA

ecocardiogramma Potenza

L’ecocardiogramma è un esame che permette al medico di visualizzare le immagini del cuore, queste possono aiutarlo a scoprire se la struttura e la funzionalità del muscolo cardiaco sono normali, o se al contrario c’è qualche problema.

L’elettrocardiogramma (ECG), cioè il tracciato del battito cardiaco, può rivelarsi estremamente utile, tuttavia l’ecocardiogramma permette al medico di ottenere un’immagine del cuore senza fare ricorso a procedure invasive, cioè senza inserire nessuno strumento all’interno del vostro corpo.

Con l’ecocardiogramma, il medico può ricavare informazioni su:

  • Funzionamento delle cavità cardiache e delle valvole;
  • Circolazione sanguigna all’interno del cuore (attraverso l’ecocardiografia doppler);
  • Eventuali infiammazioni della membrana cardiaca;
  • Funzionalità del muscolo cardiaco dopo un infarto;
  • Eventuali tumori che compromettono la funzionalità cardiaca o tumori cardiaci;
  • La tecnologia usata è simile a quella dell’ecografia: Il medico è in grado di leggere le immagini per rendersi conto dell’anatomia dei muscoli, delle valvole e delle altre strutture e funzioni del cuore.

Per l’ecocardiogramma non è necessaria alcuna preparazione. È consigliabile indossare abiti comodi, con una maglia facile da sbottonare e da togliere.

L’ecocardiogramma produce immagini animate, che mostrano il cuore mentre si contrae e batte; è anche in grado di visualizzare la circolazione sanguigna all’interno del cuore.

Vi sarà richiesto di svestirvi dalla vita in su e di stendervi su un apposito lettino. L’ecografista vi posizionerà gli elettrodi sul petto, sui polsi e sulle caviglie per effettuare un elettrocardiogramma contestualmente all’ecocardiogramma.

Uno speciale gel lubrificante sarà spalmato sul vostro petto e sul trasduttore, l’apparecchiatura che emette le onde sonore.

L’ecografista muoverà il trasduttore sul vostro petto, esercitando una leggera pressione; vi potrà chiedere di sistemarvi meglio, oppure di respirare profondamente, oppure ancora di rimanere immobili durante l’esame.

L’ecocardiogramma non è per nulla doloroso e non comporta alcun rischio.

TEST DA SFORZO

test da sforzo

ECG è l'abbreviazione di elettrocardiogramma. L'elettrocardiogramma da sforzo o test ergometrico è un esame strumentale che consiste nell'effettuare un elettrocardiogramma (registrazione dell'attività elettrica del cuore) durante l'esecuzione di uno sforzo fisico, per vedere come reagisce l'apparato cardiocircolatorio, ovvero rilevando eventuali anomalie. Durante lo sforzo fisico infatti, si ha un aumento delle richieste di lavoro al cuore che potrebbero mettere in evidenza eventuali alterazioni non riscontrabili a riposo.

Si applicano sul torace e sul dorso del paziente degli elettrodi e si registra un primo elettrocardiogramma di riferimento a riposo. Poi il paziente incomincia lo sforzo fisico, pedalando, in questo caso, su una cyclette (cicloergometro). Lo sforzo è progressivo e viene incrementato mediante aumento costante della resistenza opposta dai pedali del cicloergometro (gli si aggiungono dei pesi) o della velocità del tappeto rotante. Durante la prova viene registrato continuamente un elettrocardiogramma e viene tenuta sotto controllo la pressione arteriosa. Ciò consente di valutare sia la tolleranza allo sforzo sia la capacità di recupero di un soggetto, valutando contemporaneamente istante per istante la presenza o meno di eventuali anomalie. La prova ha una durata complessiva di circa 20 minuti. Il test ergometrico è l'esame strumentale più indicato per lo studio dellacardiopatia ischemica (malattia cardiaca determinata da un'insufficiente circolazione di sangue all'interno delle coronarie, che sono le arterie che nutrono il muscolo del cuore) e delle manifestazioni ad essa correlate; è spesso indispensabile, infatti, per lo studio dell'aritmia (alterazione del battito del cuore), dell'ipertensione arteriosa(aumento della pressione del sangue oltre il valore normale) e dell'angina pectoris (malattia cardiaca dovuta allo scarso afflusso di sangue al cuore a carattere acuto, cioè che si manifesta improvvisamente). Prima di effettuare il test è consigliabile: 1) non mangiare (anche se è possibile effettuare uno spuntino 2-3 ore prima); 2) non fumare da almeno 2 ore prima; 3) non compiere grossi sforzi; 4) presentarsi muniti di abbigliamento idoneo (tuta, scarpe da ginnastica, ecc.) e di asciugamani.

HOLTER PRESSORIO

holter pressorio

l monitoraggio pressorio delle 24 ore (Holter Pressorio o ABPM) è un test non invasivo che consente di registrare la pressione arteriosa continuativamente per 24 ore, mediante un piccolo apparecchio fissato in vita con una cintura.

Il giorno dell’inizio dell’esame, il medico sistema apparecchio e bracciale sul paziente, inserisce gli opportuni parametri nell’apparecchio e lo avvia. Il paziente indosserà l’apparecchio per 24 ore, annotando su un foglio ogni dato utile (attività svolta, impegno mentale, sintomi o disturbi accusati). Durante il periodo di esame, la pressione verra’ misurata automaticamente ogni 15 minuti di giorno e ogni 30 minuti di notte. Trascorse le 24 ore, il paziente tornerà dal medico che smonterà l’apparecchio ed esaminerà con l’aiuto di un computer, i dati memorizzati.

HOLTER CARDIACO

holter cardiaco

L'Holter cardiaco consiste nella registrazione prolungata del comune elettrocardiogramma. Ma, a differenza di quest'ultimo, il tracciato viene registrato su di una cassetta magnetica di un registratore o su particolari memorie elettroniche e poi letto ed elaborato da un computer.

Il registratore Holter viene connesso mediante i cavi per elettrocardiografo al paziente. Avendo le dimensioni paragonabili a due pacchetti di sigarette viene portato dal paziente durante normali attività quotidiane. Il congegno viene applicato ambulatorialmente e la registrazione dura in genere 24 ore, durante le quali il paziente è invitato a svolgere le sue quotidiane attività, compreso eventuali sforzi fisici. Il paziente viene invitato alla compilazione di un diario dove vengono annotate le varie attività svolte, gli eventuali sintomi avvertiti e la loro correlazione temporale.

Questo elemento è di enorme importanza per mettere in relazione eventuali modificazioni del tracciato elettrocardiografico con i disturbi avvertiti o le attività svolte. L' elettrocardiogramma secondo Holter è indicato soprattutto nell'individuazione delle aritmie cardiache e dei disturbi di conduzione. Esso fornisce inoltre notizie importanti riguardo alla cardiopatia ischemica e nelle fasi successive ad infarto miocardico, aiutando nella valutazione di eventuali rischi aggiuntivi.

Rappresenta un'analisi innocua, facile da attuare, priva di controindicazioni.

CENTRO MEDICO KOS | 7, Via Degli Oleandri - 85100 Potenza (PZ) - Italia | P.I. 00827050766 | Tel. +39 0971 52952 | Fax. +39 0971 481997 | info@centromedicokos.net | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite